religione

La storia di Margherita Candia: un inaspettato successo della casa editrice San Bonaventura

Margherita Candia: una vita per la Pace

Una storia avvincente quella raccontata da Giovanni Russo nel libro pubblicato dalla casa editrice San Bonaventura onlus. La Onlus, leader nel settore della tutela e valorizzazione di Biblioteche e Archivi, ha ideato il marchio editoriale per promuovere collane e monografie destinate a quanti sono vicini al settore della Biblioteconomia. Stavolta, eccezionalmente, è stato pubblicato un racconto storico che narra dell’offerta della vita di una diciassettenne morta a Vico Equense. Il testo, di 128 pagine con foto in bianco e nero, ripercorre le vicende personali e spirituali di Margherita Candia. La ragazza, nata ad Afragola nel 1924, fu plasmata dall’ideologia fascista. Per diversi anni partecipò alle adunanze del fascio e alle sfilate, vestì la divisa della Giovane Italiana e si decise a segnare sulla corrispondenza l’era fascista. Qualcosa d’improvviso cambia nel suo cuore dopo aver incontrato un militare mutilato nel fisico. L’ultimo paragrafo, in un sentito e vissuto dialogo, ripropone gli ultimi momenti di vita della ragazza che, nel maggio del 1942, offrì pubblicamente la sua vita, per la fine della Seconda Guerra mondiale, ai piedi dell’immagine della Vergine del Santo Rosario a Pompei.

Le presentazioni

Il testo ha ricevuto un ottimo consenso da parte del pubblico e degli addetti ai lavori. La ricostruzione storica è stata impreziosita dalla realizzazione grafica curata dalla industrial designer Melania Zappa. In poche settimane sono stati organizzati quattro eventi di presentazione in diversi luoghi francescani della Campania. La prima presentazione si è tenuta il 10 maggio a Napoli, presso la sede sociale della onlus: la Biblioteca del complesso monumentale di San Lorenzo maggiore. Altre presentazioni sono state organizzate: ad Afragola (Na), nella splendida cornice della Basilica di Sant’Antonio, ai piedi di quel Santo che salvò Margherita quando contava appena 15 mesi di vita; a Nocera Inferiore (Sa) presso la Biblioteca conventuale e, infine, nella Chiesa del convento francescano di Taurano (Av), paese natio dei bisnonni e nonni della ragazza (in fondo all’articolo la Gallery degli eventi di presentazione). 

Il Comitato pro Beatificazione

L’organizzazione degli eventi di presentazione è affidata ad un Comitato, costituitosi spontaneamente, che si sta occupando di diffondere la conoscenza della intensa e breve vita della 17enne afragolese. Il Comitato è impegnato anche in una raccolta fondi da destinare all’apertura del processo diocesano di Beatificazione. Il primo passo è infatti il riconoscimento ufficiale delle virtù eroiche di Margherita Candia. Grande soddisfazione per la casa editrice e l’autore: in poco meno di due mesi sono già state distribuite oltre 200 copie. Inoltre, con la pubblicazione di un articolo sulla rivista Miracoli, numerose sono le richieste (di informazioni e per ricevere una copia del libro) che stanno pervenendo al Comitato da diverse parti d’Italia.

Per maggiori informazioni potete contattare il comitato alla mail: [email protected] oppure aggiungere la pagina Facebook Margherita Candia -Testimone di Pace